Port Community System

Gli scali di La Spezia e Marina di Carrara sono dotati di piattaforme informatiche che consentono la digitalizzazione dei processi, fonte di vantaggio competitivo dei porti sul mercato internazionale. Obiettivo dell’AdSP è quello di perseguire il completamento della digitalizzazione e automazione dei processi portuali – – nonchè l’integrazione dei singoli Port Community System e l’interoperabilità con le piattaforme nazionali, in primis quella dell’Agenzia delle Dogane (AIDA e Trovatore) e della Capitaneria di Porto (PMIS e NMSW). A tal fine, l’AdSP porterà avanti tutte le azioni ritenute utili per realizzare l’interoperabilità delle proprie piattaforme con la Piattaforma Logistica Nazionale. Particolare attenzione sarà poi posta al completamento dell’integrazione dei processi ferroviari, compresi security evoluta, manovra e segnalamento, andando a sfruttare al meglio i risultati (Corridor Management Platform) del progetto WiderMos.

PCS La Spezia

Nel Porto della Spezia, a seguito della condivisione di tutte le componenti istituzionali e private coinvolte nel ciclo della gestione merci, è stata realizzata la piattaforma informatica ApNet per lo scambio dati tra tutti gli operatori della comunità portuale, comprendendo sia le Amministrazioni Pubbliche, sia gli operatori privati. La piattaforma Apnet svolge funzioni di interfaccia comune con le piattaforma nazionali e velocizza lo scambio dati e le comunicazioni tra i soggetti della comunità portuale, semplificando le operazioni relative alla merce con conseguente riduzione dei tempi e dei costi correlati. Il porto della Spezia è dotato anche della piattaforma CMP (Corridor Management Platform) sviluppata nell’ambito del progetto comunitario WiderMOS. L’integrazione tra la piattaforma ApNet e la Corridor Management Platform ha permesso di gestire il flusso informativo lungo tutta la catena logistica tra porto e inland terminal, coinvolgendo tutti gli operatori e interfacciandosi con i sistemi dell’Agenzia delle Dogane.

PCS Marina di Carrara

Nel porto di Marina di Carrara è operativa da 3 anni la Piattaforma CarraraSmartPort, sviluppata nell’ambito del Programma Operativo Regionale Competitività Regionale e Occupazionale (P.O.R.C.Re.O.) 2007-2013 della Regione Toscana, costituita da moduli indipendenti ma integrati tra di loro grazie ad un database centralizzato ed ottimizzato per gestire e monitorare tutte le procedure portuali.
Scopo della Piattaforma CarraraSmartPort è la realizzazione di un ambiente digitale condiviso con la comunità portuale, in grado di integrarsi con i sistemi nazionali PMIS, AIDA e PLN, in grado di fornire informazioni utili in tempo reale agli enti preposti al controllo delle attività portuali ed alla gestione delle emergenze dei passeggeri.